È doveroso premettere che non nasco né commerciante, né venditore, ma mi piace definirmi un “allevatore". Chi come me condivide questa passione, ne respira l'atmosfera e con essa scandisce i ritmi delle stagioni, sa bene cosa racchiuda questa parola.

Frequentando da anni questo mondo, ascoltando le tante problematiche e condividendo le varie esperienze, ho appreso, avvalendomi anche dell'operato di veterinari aviari, che molte volte il più grande veicolo di trasmissione delle patologie che arrivano nei nostri allevamenti, sia proprio il cibo che quotidianamente forniamo ai nostri uccelli, cioè i semi.

Per ovviare a questo problema mi sono prefissato un obbiettivo, ossia quello di commercializzare un prodotto di alta qualità, con la certificazione di un istituto zooprofilattico su ogni singolo lotto realizzato.

L'acquirente finale potrà, in questo modo, verificare sul mio sito le analisi dettagliate del numero di lotto e della miscela da lui acquistata.

I tipi di miscele:

Grazie all'imprescindibile ausilio del Dott. Gianluca Todisco, siamo riusciti a formulare due tipi di miscele, cercando di trasferire nella tipologia della quantità dei semi prescelti quello che accade in natura, ovvero una miscela molto più chiara e leggera per il periodo invernale (riposo), con l'84% di scagliola e una miscela più scura e ricca per il periodo di riproduzione e muta, con l'8% di perilla.

LISTA NUMERI LOTTI:

- Analisi Mangimi NR. R010

- Analisi Mangimi NR. RM011